Terminare un processo dalla riga di comando


In Microsoft Windows si sa, torna comodo usare il Task Manager per gestire il “destino” dei processi . Eppure a chi come me ama la “riga di comando”… potrebbe tornare utile sapere come si fa la stessa cosa senza interagire troppo con il mouse, mettiamo il caso che il problema sia proprio “sul mouse” e quindi si vuole recuperare il controllo della macchina.

Il comando principale per vedere “cosa gira” nella macchina è questo:

tasklist /SVC

mentre il comando per terminare un processo è quest’altro:

taskkill /IM processo.exe

dove “processo.exe” è il processo (programma) che intendiamo terminare.

Il comando taskkill ha come opzioni dei potenti filtri, per un elenco completo basta scrivere: taskkill /? come ben sappiamo, ma per fare un esempio pratico, ipotizziamo di voler agire solo sui processi dell’utente Cicciopalla ecco cosa scrivere:

taskkill /F /FI "USERNAME eq Cicciopalla"

l’istruzione terminerà tutti i processi (quindi attenzione!) dell’utente Cicciopalla.

intelligenti pauca!

Annunci

Inserire un PC con Windows XP/7 in un dominio realizzato con Samba


Una volta realizzato un dominio seguendo questo post occorre annettere i vari PC al dominio.
Per farlo più semplicemente esistono delle chiavi di registro da variare:

… per Windows XP realizzare un file chiamato “win_xp.reg” con le seguenti voci:


Windows Registry Editor Version 5.00

;
; This registry key is needed for a Windows XP Client to join
; and logon to a Samba domain. Note: Samba 2.2.3a contained
; this key in a broken format which did nothing to the registry –
; however XP reported “registry key imported”. If in doubt
; check the key by hand with regedit.

[HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Services\Netlogon\Parameters]
“requiresignorseal”=dword:00000000
“signsecurechannel”=dword:00000000

… per Windows 7 realizzare un file chiamato “win_7.reg” con le seguenti voci:


Windows Registry Editor Version 5.00

[HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\services\LanmanWorkstation\Parameters]
; Enable NT-Domain compatibility mode
; Default:
; [value not present]
; “DomainCompatibilityMode”=-
“DomainCompatibilityMode”=dword:00000001

; Disable required DNS name resolution
; Default:
; [value not present]
; “DNSNameResolutionRequired”=-
“DNSNameResolutionRequired”=dword:00000000

[HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\services\Netlogon\Parameters]
; Disable requirement of signed communication
; My Samba (3.0.33) works with signed communication enabled, so no need to disable it.
; Default:
; “RequireSignOrSeal”=dword:00000001
; Disable the usage of strong keys
; Default:
; “RequireStrongKey”=dword:00000001
“RequireStrongKey”=dword:000000001

[HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\services\Netlogon\Parameters]
“RequireSignOrSeal”=dword:00000001

I files sono in ogni caso scaricabili dai seguenti link:
registro per Windows XP
registro per Windows 7

Integrating Macs into Windows Networks


Integrare i Mac senza problemi nella vostra rete Windows. Non è difficile e capiterà sempre più spesso.

Questo libro spiega, per chi è proprio di coccio, come incastonare le perle in una pozzanghera di catrame… pardon: come integrare i servizi di Mac OS X in una rete Windows 2008 Server.

Il libro spiega come eseguire la scansione della rete via Ethernet o AirPort, interagire con Active Directory e configurare un proxy server per consentire l’accesso ad Internet.

Come collegare (sigh!) il Mac ad un server Exchange e come collegare le stampanti condivise da Windows.

Completano la panoramica la spiegazione su come impostare una rete virtuale privata e un paio di utili consigli su come predisporre un sistema di backup e restore dei dati.

http://rcm.amazon.com/e/cm?lt1=_blank&bc1=FFFFFF&IS2=1&npa=1&bg1=FFFFFF&fc1=000000&lc1=0000FF&t=liin03-20&o=1&p=8&l=as1&m=amazon&f=ifr&asins=0071713026

Thunderbird e funzionalità avanzate del client di posta elettronica


La posta elettronica oggi ha assunto una notervole importanza all’interno degli uffici soppiantando il tradizionale fax.
I vantaggi della posta elettronica sono sicuramente l’economicità e l’immediatezza (ad esempio oggi è possibile leggere le mail anche sui cellulari Blackberry, Symbian e Windows Mobile).
Di programmi che permettono di leggere in assoluta comodità la posta elettronica ne esistono diversi: da quelli a pagamento come Microsoft Outlook (compreso nella suite Microsoft Office) a quelli storici come Eudora.
Una menzione speciale merita Thunderbird. E’ un client disponibile per diverse piattaforme molto flessibile (ad esempio importa configurazioni e rubrica da Outlook Express) che si può “accessoriare” con vari plugin scaricabili dal sito https://addons.mozilla.org/it/thunderbird/featured
E’ possibile, ad esempio, aggiungere dizionari per il controllo ortografico delle mail in diverse lingue (https://addons.mozilla.org/it/thunderbird/language-tools/), crittografare le mail (https://addons.mozilla.org/it/thunderbird/addon/71/), cambiare tema -skin- al programma (https://addons.mozilla.org/it/thunderbird/themes/).
Una funzionalità comoda all’interno di un ufficio in cui tutti gli utenti stampano su una unica stampante e quella di fare stampare il nome della “identità principale” dell’utente che utilizza il programma nella parte superiore della pagina (cosa che già Outlook Express e Outlook fanno). Questa funzionalità può essere aggiunta grazie ad un plugin chiamato “Printing tools” che può essere scaricato da questa pagina: http://www.extenzilla.org/scheda_estensione.php?id=435

DAEMON Tools Lite


DAEMON Tools è un programma per estendere le funzionalità di Microsoft Windows sopperendo alla mancanza di un comando per montare le “immagini” dei supporti ottici.

Le principali caratteristiche riguardano i formati supportati che includono anche le immagini di SanDisk USB. La possibilità di emulare fino a quattro unità di lettura per DVD-ROM, HD-DVD e persino Blue-Ray. Se necessario, si può impostare una password per l’accesso alle immagini ISO.

Purtroppo dopo l’installazione è necessario riavviare Windows, quindi se usate questo sistema operativo perché costretti per lavoro e agognate la Ubuntu 10.10 in arrivo tra un paio di settimane… resistete. Presto il lato oscuro della Forza verrà annientato (o forse no…).

Dopo l’installazione viene attivata l’ennesima “lucetta” sulla barra delle applicazioni e un “comodo” gadget per il dekstop permetterà di gestire i supporti da montare.

Il programma è a pagamento, ma ne esiste una versione lite utilizzabile “sulla parola”, senza pagare alcunché, a questo indirizzo: http://www.disc-tools.com/.

Infatti, dopo avere speso alcune centinaia di euro per un notebook e per una licenza di un sistema operativo coloratissimo quanto insicuro… ci può anche stare di spendere altri 30 euro per acquistare una “funzione” che in altri sistemi operativi è presente da 30 anni…

Windows Update come utente non Amministratore del sistema


Come sapere su sistemi Windows solo utente con qualifica di “Amministratore” può aggiornare il sistema (ovvero effettuare un Windows Update).
Questa situazione potrebbe risultare pericolosa in ambiente “Dominio” in quanto le macchine non riceverebbero (e, conseguentemente, installerebbero) gli aggiornamenti periodici di Microsoft.
Per risolvere il problema basta effettuare le seguenti modifiche:

Creare un file che chiameremo “windowsupdate.reg” all’interno del quale inseriremo il seguente codice:


Windows Registry Editor Version 5.00

[HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Policies\Microsoft\Windows\WindowsUpdate\AU]
“NoAutoUpdate”=dword:00000000
“AUOptions”=dword:00000004
“ScheduledInstallDay”=dword:00000000
“ScheduledInstallTime”=dword:00000012
“RescheduleWaitTime”=dword:0000000a
“UseWUServer”=dword:00000000

Basterà eseguire il codice per potere effettuare gli aggiornamenti di sistema anche come utenti non-amministratori.

Configurare il proxy di Internet Explorer tramite registro


All’interno di una azienda potrebbe esistere la necessità di configurare il parametro del proxy server per un gruppo di PC.
Potrebbe risultare comodo farlo tramite chiave di registro.
Basta creare un file con estensione .reg (per comodità lo chiameremo proxy.reg) e inserire le seguenti righe di codice:

Windows Registry Editor Version 5.00

[HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Internet Settings]
“MigrateProxy”=dword:00000001
“ProxyEnable”=dword:00000001
“ProxyHttp1.1″=dword:00000000
“ProxyServer”=”[INDIRIZZO_PROXY]:[PORTA_PROXY]”
“ProxyOverride”=””