NUT, per il controllo dei “gruppi”


Un progetto a “sorgente aperto” per gestire da remoto i gruppi di continuità UPS.

Articolo pubblicato sulle pagine del Linux Journal edizione italiana novembre 2003.

Annunci

Redmine


Se avete bisogno di gestire progetti con un sistema semplice veloce e open source Redmine è la soluzione giusta! Alcuni mesi fa ho provato un sacco di applicazioni per la gestione dei progetti con particolare attenzione alle funzionalità di gestione del bugtracking. Trac è senza dubbio quello che ha attirato di più la mia attenzione: è stabile, efficiente, largamente adottato e sono disponibili numerosissimi plugin. Redmine ha qualcosa in più:

  • gestione multiprogetto con la possibilità di creare sottoprogetti
  • supporta subversion, CVS, Mercurial e GIT
  • permette di gestire workflow e conteggio del tempo speso per ogni progetto
  • il tutto viene farcito dall’immancabile grafico di Gannt

 


Si avvicina moltissimo a JIRA, che è a pagamento e ha una migliore interfaccia grafica. Redmine è scritto completamente in Ruby, richiede pochissime risorse, supporta numerosi database, è altamente configurabile.

(sup)postilla su Python e Ruby

In realtà ruby e python sono talmente diversi da essere identici. Ruby e python sono simili soprattutto nello spirito. Entrambi infatti sono “semplici”, “pragmatici”, permettono di programmare ad oggetti o procedurale (ed anche funzionale), sono molto compatti, hanno una vastissima libreria.